Produzione
Processo produttivo | Testurizzazione | Tessitura | Assemblaggio | Tintura | Fissaggio | Confezionamento 

Tessitura


Dopo la preparazione, il filato è destinato a macchine circolari ad alta velocità che permettono di combinare vari spessori e tipi di filato e di incorporare cinturini, rinforzi e disegni complessi in un'unica operazione continua, gestita elettronicamente attraverso un computer.

Nella fase di tessitura quindi nascono tutte le lavorazioni e i disegni delle calze.

Attorno al cilindro che ruota, ci sono tutti gli aghi che stendono il filo e creano la maglia. Si notano zone più trasparenti e altre più opache: i tubolari aperti a spirale escono bianchi e presentano righe orizzontali più o meno visibili che, a grandi linee, corrispondono alle seguenti zone: corpino, gamba, punta.
tessitura di calze e collant
Esistono sostanzialmente tre modi per immagliare il filo di elastam nel collant: elastam nel collant
Tramato
L'elastam nudo viene inserito ogni due ranghi senza formare il punto maglia. Generalmente viene perciò unito a nylon testurizzato. Il collant presenta vestibilità in senso radiale, ma non in lunghezza. E' la tecnica utilizzata per i collant più economici.
collant economici
Immagliato
Il filo di elastam forma una maglia parallela a quella del nylon. Se è nudo, l'elastam deve essere immagliato insieme ad un filo di nylon secondo la cosiddetta tecnica del vanisé. L'elastam però è generalmente usato a ranghi alterni, cioè ogni due file di maglia.

Lycra 3D
E' la tecnica più recente e consiste nell'incorporare l'elastam su tutti i ranghi. 
La calza così realizzata è particolarmente confortevole e le caratteristiche di vestibilità, elasticità, uniformità della maglia e resistenza alle smagliature sono potenziate. E' il caso dei collant coprenti in microfibra dalle denarature pesanti.
calza resistente alle smagliature, calza perfetta vestibilità


«  Testurizzazione  |  Assemblaggio  » 


Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]